Presentato un nuovo Software che minimizza il peso delle strutture rispetto alla rigidezza, e ottimizza i giunti saldati

Importante contributo Italiano all’ultimo Congresso Mondiale di Ingegneria che si è tenuto a fine Novembre a Roma

-di Carlo Rosellini *-

(*Ing., Metallurgista)

Dal 26 al 29 di Novembre si è tenuto a Roma il World Engineering Forum, in concomitanza con la riunione della World Federation of Engineering Organizations. Si tratta dell’evento di massimo livello rappresentativo per l’Ingegneria mondiale. Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri, per la prima volta si è assunto il compito di gestirlo, affidandone la accurata gestione al Consigliere Ing. Roberto Orvieto.
L’evento ha richiamato a Roma più di 500 partecipanti da tutto il mondo, coprendo molte tematiche, fra cui di particolare interesse quelle rivolte al contributo della Ingegneria per la tutela dell’ambiente e per la conservazione del patrimonio storico ed artistico.
Molti i contributi italiani, nei vari settori.
Nel settore meccanico ha suscitato vivo apprezzamento la presentazione dell’Ing. Aldo Cella “Cellular Algorithms: an Expert System for MCAE “. Si tratta di un innovativo strumento di calcolo che copre un’ampia gamma di aspetti concettuali nella progettazione delle strutture metalliche saldate, come ad esempio:
– calcolo del processo di saldatura, da cui: definizione dei parametri ottimali di saldatura
– calcolo a carico ultimo del giunto saldato, da cui: definizione del fattore di sicurezza per il giunto
– calcolo della rigidezza ottimale della struttura, da cui: definizione della geometria ottimale.
Al termine del percorso, il progettista ottiene la sua struttura ottimizzata, sia come rigidezza, che come giunzioni saldate.
L’efficienza di calcolo degli Algoritmi Cellulari supera di due ordini di grandezza quella degli Elementi Finiti, per cui tutti calcoli avvengono in tempo reale, innescando un fitto ciclo interattivo con il progettista.
Un ulteriore vantaggio di carattere tecnico-economico conseguibile dall’applicazione del nuovo codice di calcolo per la realizzazione delle strutture saldate è costituito dal fatto che le saldature possono essere eseguite mediante procedimenti robotizzati.
Tutti gli aspetti finora indicati fanno sì che il nuovo codice di calcolo CASoft si dimostri particolarmente versato per essere utilizzato in applicazioni per il nuovo Piano INDUSTRY 4.0.
Ė noto infatti che tale piano di sviluppo industriale prevede l’applicazione della fabbricazione automatizzata ai massimi livelli, minimizzando in questo modo i costi e massimizzando al contempo l’efficienza.
La legge n. 232 del 2016 (legge di Stabilità 2017) stabilisce che, al fine di favorire lo sviluppo tecnologico, sarà disponibile una supervalutazione del 250% degli investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie acquistati o in leasing.
Chi fosse interessato a questi argomenti o volesse maggiori delucidazioni al riguardo può contattare l’ideatore del nuovo Codice di calcolo, Ing. Aldo Cella, tramite la sezione Contatti del sito web: www.CASoftware.eu , sul quale è stata già riportata della documentazione che illustra nelle linee essenziali le caratteristiche e le peculiarità del nuovo software e sono anche illustrati alcuni progetti, eseguiti ed in corso, mediante l’applicazione dello stesso.