venerdì, 19 Aprile 2024

Saldatura robotizzata con la nuova generazione di torce LMR 2 di Lorch

Grazie a numerose innovazioni, le nuove torce ad alte prestazioni LMR 2 di Lorch aprono dimensioni completamente nuove nella saldatura robotizzata. Con le torce appositamente sviluppate per la saldatura automatizzata, i robot possono ora saldare in modo ancora più preciso ed economico. Grazie al raffreddamento ottimizzato della punta di contatto e alla copertura del gas, sono particolarmente efficienti e risparmiano risorse. Insieme alle nuove torce, ai relativi pacchetti di tubi flessibili, all’alimentazione del filo e al generatore, Lorch offre una soluzione completa perfettamente coordinata tra loro per tutti i sistemi robotici e garantisce la massima economicità.

Elevati tempi di accensione, velocità di ripetizione estremamente precise, rapido flusso di materiale: la saldatura robotizzata pone requisiti particolarmente elevati alla saldatura. Con la nuova generazione di torce LMR 2, disponibile per tutti i comuni tipi di robot, Lorch Schweisstechnik offre un sistema di saldatura che è sinonimo di massima qualità e riproducibilità. Grazie a una serie di innovazioni già implementate nel nuovo sistema torcia manuale LMS, la torcia LMR offre prestazioni e produttività eccellenti. La ragione di ciò è il funzionamento interno appositamente progettato della torcia: la forma coordinata tra la punta di contatto e il supporto della punta di contatto determina uno sviluppo laminare del flusso di gas e garantisce quindi una perfetta copertura del gas. La punta di contatto tirata sopra il mandrino contrasta la formazione di microarchi all’interno e il suo speciale design contribuisce anche ad un effetto di raddrizzamento del filo e ad un trasferimento di corrente ottimale al filo. Si ottengono cordoni di saldatura più precisi grazie all’arco più stabile e al migliore trasferimento del materiale. Inoltre, l’ossidazione è ridotta al minimo durante la saldatura dell’acciaio inossidabile e riduce il fumo durante la saldatura dell’alluminio.

Lo speciale design del portaugello/distributore di gas in ottone consente una rapida dissipazione del calore e protegge da eccessive sollecitazioni termiche durante lunghi periodi di funzionamento. L’innovativo flusso di gas protettivo garantisce un ulteriore raffreddamento della punta di contatto e un flusso di gas ottimale nell’area di uscita. L’implementazione coerente di connessioni rame-rame nel flusso di corrente e un raffreddamento altamente efficiente portano a una resistenza di linea notevolmente ridotta nella torcia. Entrambi proteggono enormemente le parti soggette a usura incorporate e ne aumentano la durata.

L’innovativo sistema di raffreddamento, che riduce notevolmente l’usura, non è l’unica caratteristica di risparmio delle risorse. Anche l’approvvigionamento di gas di protezione separato e a risparmio di gas e il design di facile riparazione contribuiscono a una maggiore sostenibilità. Inoltre, i pacchetti di tubi flessibili e i loro collegamenti sulla torcia possono essere facilmente sostituiti e le parti soggette a usura nella torcia LMR sono in gran parte identiche a quelle delle torce LMS utilizzate nella saldatura manuale. Ciò riduce lo stoccaggio di parti soggette a usura se in azienda vengono utilizzati sia sistemi robotizzati che sistemi di saldatura manuale. I bruciatori LMR 2 sono disponibili in due varianti: TN 3 e TN 6. La torcia TN 3 è dotata di un lungo collo della torcia ed è particolarmente adatta per processi di produzione in cui è importante una buona accessibilità dei cordoni di saldatura, ad esempio durante la saldatura di lamiere sottili nell’industria automobilistica. La gamma di potenza del TN 3 va da 300 a 450 ampere, a seconda del raffreddamento (acqua, gas). La torcia TN 6 di fascia alta con il collo della torcia più corto è progettata per correnti più elevate da 300 a 500 ampere. È possibile selezionare un totale di 16 diversi pacchetti di prestazioni come soluzione completa, a seconda del concetto di robot, dell’opzione di alimentazione del filo, del processo di raffreddamento e della variante della torcia.

Le torce LMR 2 possono essere combinate con tutti i comuni sistemi robotici e con i generatori Lorch S-RoboMIG XT e Robo-MicorMIG. I collaudati e ricercati processi di saldatura Lorch SpeedPulse XT, TwinPuls XT, SpeedArc, SpeedArc XT, Pulse e TwinPuls sono disponibili anche per la saldatura robotizzata tramite i generatori. Heiko Hedderoth, Product Manager di Lorch: “Le torce LMR 2 di Lorch apportano molta più potenza ed economicità alla saldatura robotizzata e sono sinonimo di elevate prestazioni, precisione e durata. Con i componenti aggiuntivi, i clienti ricevono un pacchetto di saldatura ottimale per il loro robot da un’unica fonte. I componenti abbinati con precisione offrono risultati di saldatura ottimali per tutti i materiali, indipendentemente dal fatto che venga saldato alluminio, acciaio o acciaio inossidabile e sono disponibili per applicazioni nei più diversi settori industriali.

Latest article