giovedì, 6 Ottobre 2022

UCIMU: presentate le fiere 2022

Di seguito i comunicati stampa:

Continua spedita l’organizzazione di LAMIERA 2022, la mostra internazionale dedicata all’industria delle macchine utensili per la deformazione della lamiera e delle tecnologie innovative legate al comparto, in programma a fieramilano Rho dal 25 al 28 maggio.

La 21esima edizione della fiera, promossa da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, e organizzata da CEU-CENTRO ESPOSIZIONI UCIMU, punta a riconfermare il successo delle precedenti due edizioni lombarde, che hanno visto la biennale crescere costantemente in termini di tecnologia, metratura espositiva, imprese espositrici e visitatori presenti.

Il prossimo appuntamento con LAMIERA, inizialmente fissato nel 2021 e poi riprogrammato a maggio 2022, si presenterà in un contesto decisamente positivo anche in considerazione della vivacità del mercato italiano ed estero.

“Il ritorno all’esperienza fieristica di questi ultimi mesi – ha dichiarato Alfredo Mariotti, direttore generale di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE – ha confermato l’importanza e l’alto valore degli eventi espositivi. Vedere dal vivo i macchinari e incontrare in presenza partner e clienti sono i desideri condivisi da tutti gli operatori del settore; per questo siamo sicuri di poter ottenere ottimi risultati dalla prossima edizione di LAMIERA. Il posticipo al 2022 è stato una decisione forzata e determinata dalla situazione sanitaria che stavamo vivendo ma anche una scelta ponderata e di forte responsabilità.”

“A maggio 2022 avremo l’occasione e l’opportunità di offrire una fiera più ricca, più sicura e più partecipata. Siamo certi che grazie alla costante campagna vaccinale e all’utilizzo di norme di sicurezza ormai consolidate, la primavera inoltrata sarà il momento ideale per la nostra manifestazione”. “Noi organizzatori – ha concluso Alfredo Mariotti – stiamo lavorando intensamente per offrire un’edizione ricca di novità, innovazioni tecnologiche e iniziative collaterali e crediamo che la fiera sarà un successo. Previsione confermata dall’alto numero di adesioni che abbiamo già ricevuto e che continuiamo costantemente a ricevere”.

A meno di sei mesi dall’evento tutti i principali player del settore hanno già confermato la loro presenza. Numerosi sono i motivi e i vantaggi che spingono le aziende a prendere parte a LAMIERA 2022. Tra questi, sicuramente anche l’estensione da parte del governo italiano delle misure 4.0 che resteranno in vigore almeno fino a tutto il 2022. Una grande opportunità di business per tutti gli espositori che incontreranno gli end-users alla prossima edizione di LAMIERA.

Macchine, impianti, attrezzature per la lavorazione e il taglio di lamiere, tubi, profilati, fili, carpenteria metallica, presse, stampi, saldatura, trattamenti e finitura delle superfici, robot, automazione, parti, componenti, accessori, utensileria, materiali fastener, subfornitura tecnica e per l’industria, sistemi di controllo e qualità, metrologia, software, microlavorazioni, tecnologie additive e soluzioni per la fabbrica digitale e l’efficientamento energetico e produttivo rappresentano il cuore dell’esposizione.

Numerose le aree di innovazione proposte in mostra: Fabbricafutura, dedicata a software e tecnologie per la connettività e la gestione dei dati; Box Consulting, spazio per consulenti e formatori; Fastener Industry, dedicata a viti, bulloni e sistemi di serraggio e fissaggio; EcoCoatech, destinata ai processi di verniciatura della lamiera; Blech Italy Service riservata alla subfornitura e ai servizi per l’industria e Saldatech, con focus sul comparto della saldatura.

Inoltre, accanto all’ampia offerta che presenterà il meglio della produzione internazionale di macchine stand alone e di impianti complessi e ad una approfondita panoramica su sistemi di automazione, robotica, tecnologie legate al mondo digitale e dell’efficientamento energetico e produttivo, LAMIERA 2022 proporrà numerose iniziative di approfondimento e intrattenimento così da valorizzare ancor di più la presenza degli operatori che parteciperanno alla manifestazione. Ad esempio, sarà riproposta l’iniziativa LAMIALAMIERA, l’arena convegni dedicata a temi specifici e eventi collaterali che ospiteranno confronti tra opinion leader e esperti oltre a presentazioni di tecnologie innovative a cura degli espositori.

LAMIERA 2022 sarà quindi in grado di offrire un’esperienza di visita completa, innovativa e con uno sguardo rivolto al futuro del settore.

Maggiori informazioni sulla manifestazione e dettagli sulla modalità di iscrizione disponibili in lamiera.net.


 

Dal 12 al 15 ottobre 2022, a fieramilano Rho, andrà in scena 33.BI-MU, la principale e più importante manifestazione italiana dedicata all’industria costruttrice di macchine utensili a asportazione, deformazione e additive, robot, digital manufacturing e automazione, tecnologie abilitanti e subfornitura.

Promossa da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, e organizzata da EFIM-ENTE FIERE ITALIANE MACCHINE, 33.BI-MU si tiene ad un anno esatto di distanza da EMO MILANO, la mondiale di settore che si è svolta, a ottobre 2021, riscuotendo pieno successo presso il pubblico di riferimento.

Sulla scia di questo risultato che, di fatto, ha inaugurato la nuova era post-pandemia, e in virtù del momento economico particolarmente favorevole, 33.BI-MU si prepara a raccogliere il consenso delle imprese del settore che hanno a disposizione un mercato italiano decisamente vivace e ricettivo anche grazie agli incentivi governativi che resteranno in vigore almeno per tutto il 2022.

Disponibilità ad investire in nuova tecnologia di produzione, necessità di rinnovare gli impianti, che sempre di più devono poter contare su sistemi e macchine di ultima generazione, sono le ragioni che renderanno l’appuntamento con 33.BI-MU decisamente partecipato dagli utilizzatori di tutti i principali settori di sbocco.

I visitatori troveranno una manifestazione ricca di proposte per tutte le esigenze produttive. Accanto alle macchine e ai sistemi, cuore dell’esposizione, 33.BI-MU proporrà un focus speciale su 5 temi tecnologici per 5 aree espositive a rappresentare l’intero ecosistema di settore: RobotHeart patrocinata da SIRI e dedicata al mondo della robotica;
BI-MU Digital focalizzata su mondo dell’ITC e delle tecnologie per la connettività; piùADDITIVE, patrocinata da
AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE e dedicata alle tecnologie additive; METROLOGY & TESTING centrata su sistemi, macchine di prova e misura e controllo qualità; e, infine, BI-MU LOGISTICS dedicata alla logistica per l’industria meccanica.

In aggiunta all’offerta espositiva, vi sarà BI-MUpiù, iniziativa ormai consolidata della biennale della macchina utensile, che proporrà un fitto calendario di incontri di approfondimento culturale tematico a cura degli organizzatori e degli espositori. Accanto alle presentazioni delle novità esposte in fiera, troveranno spazio incontri incentrati sui temi di maggior interesse per gli operatori del settore. Tra questi particolare rilevanza avranno la digitalizzazione e la sostenibilità, in risposta alle nuove linee dettate dalla transizione 4.0 e dall’approccio previsto dai criteri ESG, sempre più rilevanti per chi opera nel mondo dell’industria.

Grande novità di questa edizione è poi la piena concomitanza di 33.BI-MU, in scena nei padiglioni 9-11; 13-15, con Xylexpo, biennale internazionale delle tecnologie per la lavorazione del legno e dei componenti dell’industria del mobile, che occuperà i padiglioni antistanti (22-24; 14-18), creando così un unico comprensorio con totale e reciproca permeabilità di ingresso dei due eventi espositivi.

Le due manifestazioni, leader indiscusse nei rispettivi settori di riferimento, si propongono quindi come eventi distinti ma assolutamente complementari, per un unico grande appuntamento espositivo dedicato all’industria manifatturiera. I 100.000 visitatori attesi a Milano per la “settimana dedicata alla meccanica strumentale” troveranno un’offerta superlativa in fatto di contenuti, servizi, esposizione e approfondimenti tematici, molti dei quali trasversali ad entrambe le mostre, permettendo agli operatori coinvolti di ottimizzare i tempi di trasferta.

Informazioni aggiornate sul sito bimu.it.


 

È RobotHeart, il nome scelto per il nuovo e innovativo progetto espositivo dedicato al mondo della robotica e ospitato da 33.BI-MU, biennale internazionale della macchina utensile, in scena a fieramilano Rho dal 12 al 15 ottobre 2022.

Focalizzato su robotica industriale, automazione, tecnologie ad essa connesse, componenti, sistemi e intelligenza artificiale, la nuova area espositiva di BI-MU avrà per protagonisti: costruttori, integratori, università, e rappresentanti del mondo accademico e della ricerca, spin-off e start-up, a figurare le molteplici sfaccettature di un comparto che risulta oggi decisivo per la competitività del sistema industriale.

Patrocinata da SIRI, l’associazione italiana di robotica e automazione, RobotHeart non è “solo” area espositiva per l’incontro tra domanda e offerta di settore, ma si propone anche come laboratorio di idee, luogo di produzione di cultura e conoscenza, punto di riferimento per quanti operano nel comparto.

La scelta del nome RobotHeart e dello slogan, The art of smart robotics – con cui sarà identificata tutta la comunicazione – sottolinea l’intenzione degli organizzatori di evidenziare i tre aspetti centrali di questa nuova iniziativa: robot, heart, The art.  

Il primo aspetto è relativo alla proposta in mostra. Sarà il robot – inteso nel senso più esteso del termine, vale a dire in tutte le sue forme e in tutte le sue molteplici applicazioni e integrazioni – il cuore di questa nuova area espositiva che si rivolge a tutti i settori manifatturieri: dalle macchine utensili alla meccanica varia, dall’elettronica all’automotive, dal food and beverage al farmaceutico, dalla logistica al packaging, dal biomedicale alla cosmetica; settori che saranno tutti ampiamente rappresentati tra le fila dei visitatori di BI-MU.

Il secondo aspetto riguarda invece il senso che anima lo sviluppo della robotica, determinante per il miglioramento della qualità della vita dell’uomo in tutti i suoi ambiti e dunque anche in quello lavorativo. Tutte le soluzioni e le tecnologie in mostra sono pensate per facilitare il lavoro dell’uomo, liberarlo dalle mansioni più ripetitive e faticose e permettergli di svolgere attività a più alto valore aggiunto. Il robot è strumento al servizio dell’uomo che resta “centrale” rispetto al processo produttivo perché progetta, programma e utilizza il robot secondo le necessità. Per questo, nel nome che identifica l’area, alla parola Robot è avvicinato il termine Heart che rappresenta al meglio l’uomo.

Il terzo riferimento è invece esplicitato dallo slogan che accompagna tutta la comunicazione dell’area: RobotHeart, The art of smart robotics. La robotica è una disciplina articolata e complessa e così le sue applicazioni rispetto alle esigenze dell’utilizzatore, per tale ragione la produzione di questo comparto può essere considerata alla stregua di una vera e propria arte: “the art of smart robotics” risultato della sinergia vincente tra tecnologia robotica ed intelligenza artificiale.

Il segno grafico distintivo, scelto nelle cromie riconducibili al mondo digitale e dell’automazione, punta l’attenzione sulla “lettera O” che rappresenta le giunture dei bracci meccanici e, con l’evidenziazione del perno, la centralità dell’uomo rispetto al settore. Le 4 propaggini rappresentano le diverse tecnologie rappresentate ma anche i diversi attori che costituiscono il settore.

A valorizzare ulteriormente la presenza di quanti decideranno di aderire al progetto che avrà una grande visibilità nell’ambito di 33.BI-MU, è poi la piena concomitanza con Xylexpo, biennale internazionale delle tecnologie per la lavorazione del legno e dei componenti per l’industria del mobile, allestita nei padiglioni antistanti di fieramilano Rho. In questo senso, l’area espositiva dedicata alla robotica sarà inserita in contesto decisamente premiante per gli espositori che si ritroveranno parte di un grande ed unico appuntamento espositivo dedicato al manifatturiero, capace di richiamare oltre 100.000 visitatori in rappresentanza di tutti i principali settori produttivi.

Latest article